Emanuela Marconi

Consulente e counselor

Wingage

Wow, è una possibilità. Proviamo!

Cosa ti spinge a fare il lavoro che fai?

Nel mio lavoro mi muove la voglia di sperimentare, creare nuove possibilità, osare e invitare le altre persone a osare. Per volare un po' più vicino ai nostri desideri. 

Quali sono i comportamenti e le azioni che rendono visibile il tuo why?

Ogni volta che prendo in mano un lavoro, ad esempio una proposta o una progettazione, mi piace conoscere i dettagli del cliente e dei partecipanti e disegnare il progetto proprio per loro, con struttura, tempi, esercitazioni tailor-made.

Prendo appunti e spiego con mappe mentali, disegni, colori; infilo un pizzico di ironia, un po' di gioco e molta passione.

In aula, mi piace creare dialogo sui casi reali - sfide, ostacoli e risorse di ciascuno - perché desidero che il cambiamento sia concreto, personale e inizi subito.

Immagina di essere uscita un attimo da una riunione. Cosa vorresti che gli altri dicessero di te e del tuo modo di affrontare il lavoro?

Mi piace suggerire nuovi punti di vista, perciò... vorrei che in sala ci fossero persone sorridenti, appassionate, pronte all'azione. Vorrei che dicessero "Wow, è una possibilità. Proviamo!". E che si iniziasse subito a lavorarci.

Perché, soprattutto, mi fa piacere vedere i risultati, ad esempio quando incontro un cliente che mi dice "Ho provato -con il mio team, con il capo, con i clienti,...- all'inizio è stato impegnativo, ma funziona. Ah, funziona anche con il mio sport preferito, con gli amici...".

Chiedo troppo? Non so, io oso.